Attraverso un percorso di vita quotidiana il "Magazzino dei ricordi"

di Bruni Virgilio consente allo spettatore la visione di oltre un secolo di tradizioni , un patrimonio culturale che affonda le   radici nella notte dei tempi e che testimonia la lunga , ricca , sofferta storia del lavoro e quindi della fatica dell'uomo.  Entrando al museo , se la curiosita' e la sorpresa prevalgono tra   i giovani , per i meno giovani non sono infrequenti i tuffi al cuori e i lampi di nostalgia : ambienti emblematici di abitazioni quali la cucina del contadino, la stanza del sarto , il negozio del barbiere , la scuola ; laboratori artigianali del passato :   calzolaio , fabbro , maniscalco e tanti altri. Un mondo da non dimenticare e da conservare con la collaborazione di tutti , un passato che arricchisce il nostro presente e anche il nostro futuro. Il Museo  ha un ruolo importante nel territorio e le attività organizzate dall’Associazione Culturale che lo gestisce risvegliano la fantasia e l’amore per la vita: sono una risposta   ai bisogni dei ragazzi in cerca di esperienze vere, sane e naturali. L’Associazione Culturale che gestisce il MUSEO è sorta nel 2004 , è iscritta nel Registro Provinciale delle Ass, senza scopo di lucro” L’Obiettivo fondamentale dell’Ass. Cult.     “Magazzino dei Ricordi”è lo studio e la salvaguardia della cultura contadina e artigianale dell’Oltrepo nei secoli diciannovesimo e ventesimo per una formazione civile e   sociale dei giovani.